Uncategorized

Teatro Nazionale

Teatro Nazionale

L’audit supremo dello stato nel settembre 2019 ha pubblicato sul suo sito Web ufficiale l’audit delle prestazioni condotto presso il Construction Institute, la conclusione di un audit delle prestazioni effettuato per la prima volta contro questa istituzione.

Sottolineando i risultati di SAI, l’Alleanza per la protezione del teatro ha affermato oggi che ciò che vale la pena notare è che l’istituzione impiega ingegneri e architetti senza licenza senza esperienza in violazione della legge. L’ironia sta nel fatto che 3 degli 11 ingegneri e architetti che hanno firmato all’unanimità il Rapporto di valutazione degli edifici del Teatro Nazionale, cui si fa riferimento nel Registro delle licenze del Ministero delle infrastrutture e dell’energia, non hanno licenza.

Inoltre, l’Istituto di costruzione nella valutazione tecnica degli edifici del Teatro Nazionale, nel marzo 2018, ha concluso, tra le altre cose, che la struttura è fuori dalle condizioni tecniche. Da sottolineare questo documento è il fatto che queste conclusioni sono state raggiunte senza condurre alcuna analisi professionale dei materiali e delle strutture della struttura e su di esse non sono stati condotti test di laboratorio. Al termine dell’audit, l’ISC conclude che l’Istituto di costruzione non ha laboratori tecnico-scientifici e ciò ha portato alla concessione di obiezioni non qualitative trasformando questa istituzione in un semplice ufficio di collocamento.

Questa valutazione tecnica richiesta nel marzo 2018 su richiesta di Hervin Çuli, direttore del Teatro Nazionale, come è inteso oggi, non era intesa per la sicurezza della struttura, ma per sottolineare che l’edificio del Teatro Nazionale non vale la pena. quello dovrebbe crollare. Fu questo documento, che successivamente portò una catena di documenti tecnici e legali che consentirono l’adozione della famigerata legge “Field” il 5 luglio dello stesso anno.

L’Alleanza dei cittadini per la protezione del teatro afferma, a seguito della dichiarazione odierna, che perseguirà ulteriormente questo problema per consegnare alla giustizia tutti i responsabili dell’affare maggiore che si sta tentando con la proprietà e la struttura del Teatro Nazionale.